Il Geoturismo può essere definito il turismo a tema geologico. In ogni luogo si trovano forme meravigliose del paesaggio e fenomeni stupefacenti.

Cascate, deserti, vulcani, grotte oltre ad essere affascinanti, hanno una storia da raccontarci: la storia della terra. La spiegazione di come la terra sia fatta ci viene dalla geologia. Questa scienza è conosciuta per le attività che svolge nel campo dell’ingegneria civile, in pratica tutte quelle attività in cui è necessario conoscere il sottosuolo: lo scavo di gallerie, lo sfruttamento di risorse minerarie, la costruzione di edifici. In realtà, uno degli scopi principali della geologia è tentare di ricostruire gli eventi accaduti al nostro pianeta da quando si è formato ad oggi. Comprendere come abbiano avuto origine meravigliosi paesaggi può diventare argomento d’interesse anche per coloro che non si occupano di ricerca: la "comprensione della terra" può essere un valido motivo per intraprendere un affascinante viaggio o anche una escursione giornaliera.

Da qui nasce l’idea (non nuova) del geoturismo inteso come "la scoperta e la comprensione delle bellezze geologiche visitate direttamente dove esse si trovano". Possiamo riassumere il significato del geoturismo prendendo una frase di Marcel Proust, famoso scrittore francese: "Il vero viaggio di scoperta non consiste nel trovare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi".

 

 

Essa si svolge in diverse aree del territorio regionale e prevalentemente in sentieri all'interno di parchi, riserve e oasi (all’occorrenza anche in quei parchi urbani rappresentativi di un ambiente naturale) dove può essere inserito anche l'elemento naturalistico che evidenzia l'aspetto legato alla scoperta delle specie vegetali ed alla fauna..